C. stampa - Eventi

Filtro per anno
2021 | 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | Vedi tutte

Dalla sezione C. stampa - Eventi / 2021
15 Luglio 2021 - Comunicato stampa n. 5

La Tosa: due versioni della nuova torta al caramello salato

Scarica allegato

Un gusto così esuberante non poteva che essere ispirato da Mirandolina, la briosa protagonista de La Locandiera di Carlo Goldoni.

Due adattamenti di una torta classica a base di pasta frolla al cacao ma innovativa nel gusto grazie alla crema frangipane al caramello salato combinata o con le nocciole Piemonte Igp o con il cioccolato monorigine Venezuela

UNA TORTA “BENEDETTA” DA GOLDONI - L’ISPIRAZIONE DA MIRANDOLINA, L’ESUBERANTE LOCANDIERA

Quando Dario e Edoardo Loison hanno concepito la ricetta della torta al caramello salato avevano ben chiaro in mente che doveva essere un dolce suadente e ispirato ad una figura femminile esuberante e voluttuosa ma anche intelligente, moderna e un po’ furba. E una torta invitante come la Tosa non può che essere stata suggerita dalla leggendaria Mirandolina, briosa protagonista femminile della commedia "La Locandiera" scritta dal veneziano Carlo Goldoni nel 1752. La bella Mirandolina gestisce una locanda ed è corteggiata da ricchi e nobili clienti che si contendono il suo amore, ma lei non vuole sposarsi per non perdere la sua libertà. Alla fine tuttavia cede solamente alla corte del suo cameriere Fabrizio, preferendo lui che non ama ma che non sarà un ostacolo alla sua indipendenza. Mirandolina rappresenta quindi una protagonista emancipata per quei tempi, una donna intelligente che sa affermarsi grazie alla sua indole.

 

DUE VERSIONI DI UNA TORTA AL CARAMELLO SALATO, CLASSICA NELLA RICETTA E NUOVA NEL GUSTO

E’ questo il carattere che vuole esprimere la Tosa: una torta dall’identità classica a base di pasta frolla al cacao, ma esuberante grazie alla singolare crema frangipane al caramello salato, l’ingrediente protagonista che gioca con consistenze differenti per due varianti di torta, perché una sola non bastava per esprimere tutta l’effervescente creatività di Dario Loison. La ricetta della pasta frolla è uguale per entrambe le due torte, arricchita da selezionato cacao monorigine Venezuela, che è combinato:

  • in una versione con una crema frangipane al caramello salato e preziose nocciole Piemonte IGP delle Langhe al cui abbinamento Dario Loison consiglia un Madeira o uno Sherry;
  • per l’altra versione il frangipane di crema al caramello salato è arricchito con gocce di cioccolato fondente monorigine Venezuela e Vaniglia Mananara Madagascar (Presidio Slow Food) al cui abbinamento Dario Loison consiglia un vino dolce passito di grande corpo e persistente.

E’ questo uno squisito matrimonio fra classicità e modernità: una torta tradizionale nella lavorazione e nuova nel gusto.

 

IL PACKAGING – UNA FINESTRA SUL GUSTO LOISON

Oltre alla grande bellezza e all'amore per il dettaglio, le confezioni Loison sono sempre più perfezionate e anno dopo anno si rinnovano per cura ed efficienza. Il colpo d’occhio ricade sicuramente sull’apertura a forma di cuore, una finestra sul gusto Loison che permette di vedere il contenuto.

La nuova confezione, però, si apprezza in un secondo momento grazie alla sua apertura a libro; un cofanetto, quindi,che protegge il prodotto come un caldo abbraccio e perfetto per la sua funzionalità. E soltanto quando quando si apre la confezione si scopre il grande lavoro di ricerca e studio che ci sono dietro ad ogni progetto Loison: dalla funzionalità alla ricchezza di informazioni, alla ricerca del dettaglio alla trasparenza della comunicazione.

Pag. 105 del catalogo Inverno 2021

 

La gola è un vizio che non finisce mai, ed è quel vizio che cresce sempre, quanto più l'uomo invecchia (Carlo Goldoni) 

torna indietro