Libro degli ospiti

2 Gennaio 2015

All'attenzione degli Spettabili Signori Dario e Sonia, una lettera di gratitudine dalla Russia

From: Caroline
Inviato: Friday 2 January 2015 10:50
A: Loison - Commerciale
Oggetto: All'attenzione degli Spettabili Signori Dario e Sonia, una lettera di gratitudine dalla Russia

 

San Pietroburgo, Il 2 Gennaio 2015

 

Gentilissimi Dario e Sonia Loison,

il mio nome e' Caroline  e scrivo per comunicare direttamente a voi le immense emozioni che l'aver assaggiato il Vostro Panettone Classico mi ha donato durante la magica notte di Capodanno.

 

Per lavoro ogni giorno mi trovo a contatto con prodotti  e produzioni provenienti da diverse parti del mondo e allo stesso tempo sempre immersa nella poesia della mia cultura, quella italiana, che torno a riscoprire attraverso i connubi con la storia imprenditoriale del Bel Paese.

 

Un grazie è tutto e niente, contiene le emozioni, ma non le esprime a pieno.

Mentre fuori la neve scende, nella buia città di San Pietroburgo, ecco che una luce si accende, bella come un sorriso, dolce come quel dolce che non sa di zucchero ma sa di vita, di tradizioni che impastano in se' tutto il bello e il grande che ci sono nell'anima del nostro popolo.

Innamorata del nostro Paese, l'Italia, con le sue eccellenze, ne porto avanti ogni giorno il respiro ampio e multiforme nel mio paese di elezione, la grande Russia, che forse come pochi ci ama. Donate un sorriso, donando il gusto dimenticato di quella vena che scorre, la vena della bellezza, di quella liberta' che riposa tutta nelle parole del nostro Dante _liberta' si cara, come sa chi per lei vita rifiuta_. La liberta' di non arrendersi al mediocre arrancare di tante aziende dietro ad un interesse esclusivamente commerciale, ma di fare di ogni Panettone un'opera d'arte, che ferma il tempo, che penetra le cellule del corpo e gli da un sussulto" Sono Io" dice il Gusto, e il corpo langue riconoscendo il suo elegante compagno "Dov'eri? T'ho cercato tanto senza trovarti. Qui e' un correre ininterrotto verso la fine di una storia triste e senza sapore° Il Gusto lo guarda, sorride ed accarezzandolo lievemente gli risponde" Sono sempre stato nascosto tra le pieghe di un giorno, tra i raggi del sole che cade sulle architetture splendide del Tuo Paese, l' Italia. Ero li' ed un giorno sono andato a fare visita alla Loison e sono diventato il loro figlio prediletto°

E in un amplesso infinito il Gusto e il corpo si uniscono, la fantasia dell'estasi ormai non piu' umana che dice

"Per Sempre"

 

Un carissimo augurio e un sentito grazie.

Caroline, Dmitry, Aleksandr, Valeriy